Pochi hanno saputo catturare l’essenza della vita e dei suoi pericoli meglio di Seneca: ‘la più grande perdita della vita è il rinvio: quello esclude ciascun primo giorno, quello si porta via i beni presenti a forza di prometterne altri’. Tutti noi possiamo rispecchiarci in queste parole. In fondo, l’incapacità di spezzare la routine quotidiana è un male comune. Tutti ci ripromettiamo che domani sarà differente, che incominceremo finalmente a vivere appieno la nostra vita. Si tratta però di una promessa difficile da mantenere. BlingMeet vuole porre rimedio a ciò, far sì che la frase ‘oggi è il primo giorno del resto della nostra vita’ non sia semplicemente un aforisma vuoto. Mentre le altre app di incontri sono strutturate per portare gli utenti ad interagire in maniera puramente virtuale, BlingMeet è stata pensata affinché le persone si incontrino nella vita reale, vivendo assieme esperienze e momenti preziosi. BlingMeet non è infatti affetta dalle problematiche che affliggono le principali app di dating. Abbiamo già parlato di utenti inattivi, ma un problema ancor più grave è quello degli utenti fake. Si tratta di una pratica di dubbia etica volta ad accresce il numero apparente di utenti, dando perciò l’impressione che l’app possa garantire maggiori probabilità di conoscere nuove persone. Esistono addirittura veri e propri professionisti pagati per chattare ed intrattenervi, così da mantenere vivo l’interesse per l’app. BlingMeet è estranea a tutto ciò, essendo strutturata appositamente per far si che le persone possano organizzare attività in compagnia e appagare il bisogno di contatto umano insito in ognuno.